Nutrizione e dintorni … Percorsi di sostegno alla dieta …

419766_10150563743784173_73392151_n.jpg

L’uomo è ciò che mangia diceva Feuerbach, ma paradossalmente, sebbene l’ alimentazione e in genere la nutrizione siano elementi fondamentali nella vita dell’uomo, esse costituiscono una delle principali fonti di stress per l’essere umano.  Essa è un riflesso della nostra affettività, infatti, spesso sentiamo dire. :-sono nervosa ho mangiato tanto. Altre volte invece abbiamo sentito dire:- ero così nervosa da non aver toccato cibo. Amare smisuratamente oppure odiare il cibo, sovente rappresentano la relazione con il genitore e di riflesso nei confronti di se stesso e di come ci si rappresenta nel mondo. Gestire una buona alimentazione significa prendersi cura di se stessi, ma se non riteniamo di essere importanti di conseguenza mangiare bene diventa un’ulteriore fonte di stress connessa agli altri oneri familiari.

L’equilibrio alimentare è un obiettivo a lungo termine che non si può stabilire in un giorno o in una settimana, è un percorso individuale che ogni persona deve scegliere in base alle proprie attitudini, alle proprie esigenze e a ciò che ritiene meglio per se.

I percorsi che propongo.

Il comune denominatore dei percorsi che propongo è l’importanza dell’amore nei confronti del cibo, esso come abbiamo potuto costatare rappresenta sempre più la valvola di sfogo delle nostre frustrazioni affettive. Io propongo un percorso mirato all’amore per se stessi da ritrovare attraverso il cibo, quale fonte di vita. Potremmo dire “la riaffermazione di se stessi attraverso il cibo”. Ogni individuo avrà il proprio percorso strettamente legato alle proprie caratteristiche ed esigenze e soprattutto legate ai propri gusti. Il fallimento di molti percorsi nutrizionali è dovuto alla rigidità con cui sono proposti, non comprendendo che ogni individuo è diverso dall’altro ed ha le sue peculiarità alimentari.Il nodo cruciale di tali percorsi è dettato dalla voglia della persona di mettersi in discussione e di operare un cambiamento soprattutto negli schemi mentali. L’elemento più importante è dato dalla capacità di far comprendere all’individuo che gli strumenti da adottare sono individuali ed insiti in lui e attraverso il percorso devono solo essere attinti e fatti emergere. La consapevolezza alimentare è connessa al benessere nel suo insieme e questo deve essere il motivo che deve indurre le persone a voler percorrere un tale cammino. Riconoscere di valere come persone l’obiettivo da raggiungere.

Annunci